L’Adc e la fondazione Adc Onlus per il terremoto in centro Italia

Purtroppo, ancora una volta dopo gli ultimi movimenti sismici che hanno colpito l’Aquila è l’Emilia, il terremoto è tornato ad interessare duramente e con effetti devastanti il Centro Italia.

In questo terribile e triste momento l’ADC esprime un sentito cordoglio alle Famiglie delle vittime e a tutti coloro che sono stati colpiti da questa immane tragedia.

Per poter essere concretamente vicini alle popolazioni, ed in particolare ai colleghi, colpiti dalla sciagura, la FONDAZIONE ADC ONLUS (il cf della FONDAZIONE per l’opzione da inserire nelle dichiarazioni dei redditi è: 97407760582 ) ha stabilito di destinare una somma, proveniente dalla raccolta del 5 per mille dell’irpef, ad interventi di sostegno ai territori colpiti. Per eventuali versamenti diretti da destinare sempre allo scopo il cod. IBAN della Fondazione ADC Onlus è il seguente : IT41D0885268050020010040363, indicando nella causale : donazione per sisma Centro Italia 2016.

Gli interventi saranno identificati in accordo con le istituzioni professionali dei territori interessati e le somme erogate, così come le spese sostenute, saranno rendicontate e rese pubbliche per una maggiore efficacia e trasparenza dell’operato della Fondazione.

Inoltre, come già avvenuto in altre occasioni, alcuni nostri Associati che svolgono l’attività in zone limitrofe all’area interessata dal sisma sono disponibili ad accogliere nei propri Studi, per consentire lo svolgimento dell’attività, i Colleghi che, colpiti dall’evento, in questo momento hanno Studi inagibili o strutture danneggiate. Chi fosse interessato potrà contattare la nostra segreteria nazionale al n. 0636002776 o all’indirizzo email adcnazionale@virgilio.it.

La collega Sonia Quaranta, componente Commissione Previdenza ADC e delegata CNPADC per gli Ordini di Rieti e Tivoli, è a disposizione dei colleghi che avessero necessità di assistenza. Per informazioni ci si può rivolgere alla nostra segreteria.

comunicato-stampa-terremoto-centro-italia

Categories: News

Tags:

Comments are closed